Danni conseguenti genere-specifici

Cancro ai polmoni
A parità di quantità di tabacco consumata, il rischio di cancro ai polmoni per le donne aumenta di 28 volte, per gli uomini aumenta „solo“ di circa 10 volte; inoltre nella donna il cancro ai polmoni si manifesta in media cinque anni prima. Negli uomini la frequenza di cancro ai polmoni è in diminuizione, mentre presenta un incremento costante nelle donne. 

Sessualità e fertilità
Il fumo pregiudica la sessualità e la fertilità sia nelle donne che negli uomini. Per questo motivo la sigaretta viene detta anche “la contraccezione nascosta”.
Nelle donne fumatrici, la menopausa arriva circa 2 anni prima. Le fumatrici che assumono contraccettivi orali presentano un rischio nettamente più alto di contrarre malattie cardiocircolatorie, oltre ad un aumentato rischio di sterilità. 
Negli uomini il fumo porta più spesso a disfunzione erettile e diminuisce la quantità e la qualità degli spermatozoi.

Differenze genere-specifiche nella disassuefazione dal fumo

Le donne fumano in modo diverso dagli uomini. Ad es. fumano in media meno sigarette, fumano più spesso sigarette a basso contenuto di nicotina e non aspirano così profondamente come gli uomini. Tuttavia non è chiaro se ciò è da ricondursi alla differenza nella sensibilità alla nicotina oppure se è dovuto piuttosto a differenze sociali o sensoriali riguardanti la nicotina in sé.

Grandi studi hanno dimostrato che le donne fanno meno tentativi per smettere di fumare e falliscono più spesso degli uomini. Gli uomini vengono interpellati meno di frequente dai medici in merito alla loro abitudine al fumo e ricevono una consulenza sulla disassuefazione dal fumo meno spesso rispetto alle donne. Inoltre alle donne vengono prescritti con scarsa probabilità farmaci a base di nicotina, che nelle donne sembrano attenuare i sintomi da astinenza in modo meno efficace rispetto agli uomini. Altri fattori che forse rendono più difficile alle donne smettere di fumare sono la maggiore sensibilità ai sintomi da astinenza, dubbi maggiori per via dell’aumento di peso e le oscillazioni ormonali durante il ciclo mestruale.

Rispetto agli uomini, nelle donne si assiste ad un aumento di depressioni e sindromi ansiose, stress, emozioni negative e sintomi depressivi. Hanno maggiori aspettative sugli effetti regolatori dell’umore della nicotina e scarsa fiducia nel riuscire a smettere di fumare in presenza di sensazioni negative. Le donne soffrono anche di un grado maggiore di stress dopo aver smesso di fumare...

Conclusione

  • Donne e uomini differiscono nel loro comportamento nei confronti del fumo, nei problemi di salute in relazione al fumo e nei presupposti necessari per smettere di fumare.
  • Le misure basate sull’evidenza per la disassuefazione dal fumo sono efficaci sia negli uomini che nelle donne.
  • Donne e uomini presentano probabilmente differenti fattori di stress e barriere per smettere che dovrebbero essere considerati in modo mirato.

Torna sù

Refernze

Cepeda-Benito A et al. Meta-analysis of the efficacy of nicotine replacement therapy for smoking cessation: differences between men and women. J Consult Clin Psychol. 2004;72:712-722.

Perkins KA. Smoking cessation in women: special considerations. CNS Drugs. 2001;15:391-411.

Sakire P et al. Sex Differences in Nicotine Action. Handbook of Experimental Pharmacology. Volume 192, 261-291. 2009.

Gray KM et al, 2009. Menstrual cycle and cue reactivity in women smokers. Nicotine and Tobacco Research, Advance Access published online Dec 2009